1 chakra

1 chakra

MULADHARA, il sostegno della base – 1° Chakra

Humans chakras

Posizione: Questo primo chakra è posizionato tra l’ano ed i genitali, nel centro del perineo.

Significato: ‘il sostegno della base’ – appare come un fiore di loto giallo dorato con quattro petali rosso scarlatto, con iscritte all’interno in color oro, le ultime quattro consonanti dell’alfabeto sansrito ‘v, sh (linguale), sh (palatale),s’; un quadrato ed un triangolo con la punta verso il basso. Il numero quattro rappresenta l’universo: base completa dello sviluppo integrale dell’essere umano.

Elemento: terra, materia passiva che non crea, ma contiene tutto ciò che proviene da sé stessa. Muladhara significa RADICE, il principio dell’energia capace di assicurare sviluppo ad ogni cosa.

Caratteristica: durezza, base, rafforzamento, stabilità. Centro energetico del corpo che rappresenta un punto di concentrazione, di origine dell’energia vitale (o prana).

Organo di senso: naso, senso dell’olfatto.

Organo di azione: i piedi, in correlazione alla terra, ancorati ad essa grazie alla forza di gravità; rappresentano la base che permette al corpo di alzarsi e tendersi verso l’alto.

Funzione psicologica:  sopravvivenza, fiducia, radicamento, gioia di vivere

Organi associati: colonna vertebrale, reni, vescica, parte terminale dell’intestino, ghiandole surrenali. Eventuali problemi fisici legati a questi organi, possono ricondursi ad una chiusura o blocco del chakra; lavorandoci grazie a tecniche energetiche come il Reiki, olii essenziali, cristalloterapia, yoga e meditazione, si otterranno benefici e guarigioni.

Colore: rosso

Profumi: cipresso, vetiver, chiodi di garofano, cedro

Disturbi psicofisici: Artrosi, artrite, calcolosi, debolezza, difetti nel portamento, dolori alle ginocchia e alla schiena, emorroidi, male d’auto e di mare, magrezza eccessiva e obesità, prostatite, sciatica, stanchezza cronica, stitichezza, difficoltà nell’apprendimento e nelle relazioni, egoismo, grettezza, incapacità di affrontare la realtà, insicurezza materiale, ipotensione, letargia, rifiuto del nuovo, stati d’ansia legati agli oggetti.

Chakra in stato di leggerezza: capacità di concretezza, messa al servizio di uno scopo ben preciso; infinita pazienza e giusta attenzione sia per il corpo e la sua salute.

Chakra in stato dinamico: grande energia che è applicata anche nel lavoro. Se c’è un forte eccesso si  darà luogo ad azione finalizzata all’accumolo compulsivo, difficoltà nelle relazioni per eccessivo attaccamento e nelle relazioni personali vi saranno impulsi fortemente distruttivi.

Chakra in stato di pesantezza pesantezza è la qualità dell’energia che naturalmente domina questo Chakra. Se vi è troppa pensantezza si viene a creare uno stato d’inerzia, ottusità, pigrizia, sonnolenza, brutalità e incoscienza, nonché vi è la possibilità di bloccare l’evoluzione della persona portando la coscienza a livelli molto bassi e degenerati.

Se vuoi verificare lo stato dei tuoi chakras, contattami e farò per te una lettura energetica dei chakra e ti aiuterò a capire come meglio agire per riequilibrarli e quindi aiutarti a ritrovare un benessere psicofisico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*